[Home][Italo Nussio][Poesie recenti]Anno Santo 1983

Anno Santo 1983

Nella ricorrenza dell'Anno Santo del 1983, Italo Nussio compose questa poesia, che invio al Santo Padre Giovanni Paolo II.
La risposta del Sommo Pontefice non tard˛, firmata dal Cardinale Camerlengo, ed invi˛ per suo tramite il gradimento alla composizione e la Sua Benedizione Apostolica.



Ecco si schiudono
i portoni di bronzo,
suonano le campane
in un grande concerto.

Alba nuova per l'uomo
e per la pace nel mondo
l'Anno Santo di Cristo
cerca a braccia levate.

Non restiamo lontani
da questa primavera,
dalle rondini e i fiori,
illuminiamo gli occhi.

Ritorniamo bambini
nell'innocenza pura,
pecorelle ed agnelli
per le strade di Roma.

Salviamoci dal male
facciamo penitenza
chiediamo l'indulgenze
per l'anima che aspetta.

Giovani ci sentiamo
con Cristo che risorge
e ci nutre d'eterno
in quest'anno di grazia.

In ginocchio preghiamo
invocando il perdono
e nel Verbo incarnato
ritroviamoci figli..

Ottobre 1983




 

 

La risposta del Cardinale Camerlengo

Ritorna alla pagina iniziale del sito