[Home][Italo Nussio][Canti d'Etruria]Colpi di mare

 

Colpi di mare


L sullo scoglio un'onda s' franta
verso il ciel spuma con alto fragore
ma poi sfiocca ricade e vinta muore
sul suo rivale che di bava ammanta.

Pur tra gli spruzzi nati dalla pacca
io seguo l'onda fin qui sulla riva,
ultima traccia, ultima saliva
dell'impeto, spento dalla risacca.

In sullo scoglio ormai frusto veementi
cent'onde cadran per la furia acuta
per l'eterna armonia degli elementi.

Nella pace serale e della notte
talora soltanto la luna muta
sovrana di quei baci o quelle lotte.



 

 

 

 

Ritorna alla pagina iniziale del sito